Seminari


Gelosia e Tradimento

Il caso “Otello” di W. Shakespeare
Mercoledì, 15 gennaio 2020 – Ore 18,30
Sede Casa d’Inchiostro – Roma, Via Vercelli 30

Partendo dal racconto dell’Otello di William Shakespeare, l’incontro affronterà le tematiche relative alla gelosia e al tradimento. Sentimenti e situazioni che possono accompagnare ogni relazione amorosa, ma che possono presentarsi in forme moderate come patologiche, fino a sfiorare la paranoia.
Quale è quindi il confine tra una sana paura di perdere l’altro e la nascita di sentimenti ossessivi che portano al senso di possesso e a pensieri irrisolvibili?
 
Il seminario ha un costo di 10 euro (mentre resta gratuito il tesseramento all’associazione).
La prenotazione è OBBLIGATORIA, e va effettuata inviando una mail con il proprio nome e cognome ad uno dei seguenti indirizzi
 
Il gruppo di partecipanti sarà di max 5 persone, al fine di facilitare la discussione e il coinvolgimento.
 
La sede dell’incontro sarà presso la sede di Via Vercelli, 30 – Piano 8 – Int. 34 (Casa d’Inchiostro) dalle ore 18,30.
L’incontro è aperto a tutti, sempre dietro prenotazione obbligatoria.
 
Conduce:
Dott. Francesco Urbani
Psicoterapeuta e Supervisore (Presidente Associazione “Casa d’Inchiostro”).
Specializzato in Psicoanalisi Relazionale e Membro IARPP.
Autore del blog www.radiokafka.it e del libro “Cerchi nella notte”.
 
Su richiesta verrà rilasciato attestato di partecipazione

Genitori e Figli: Istruzioni per l’uso

Primo Incontro
“Genitori e figli persi nella rete: alla ricerca di connessioni”
Roma, sabato 18 gennaio 2020, ore 10.00

All’interno del Ciclo di Incontri dedicato ai genitori arriva il momento di parlare di figli ed internet.

Proviamo a capire insieme come affrontare al meglio il mestiere più difficile del mondo in un’epoca in cui le relazioni sono state profondamente modificate dai social media.
Come aiutare i nostri figli ad orientarsi in questo mare di connessioni virtuali?
Come proteggerli e come guidarli ?

Uno spazio in cui i genitori possano confrontarsi su dubbi, curiosità e timori. Una occasione per imparare come gestire questi aspetti nel quotidiano senza demonizzare “la rete” per crescere insieme.

Gli incontri saranno condotti dalla dott.ssa Maria Lucia Benvenuti e dalla dott.ssa Maria I. Trecca.
Costo iscrizione: 15 € ad incontro, che si terrà presso la sede dell’Associazione Casa d’Inchiostro in Via Vercelli 30, Roma (Re di Roma).

Info e Iscrizioni
segreteria@casadinchiostro.it
Dott.ssa Benvenuti 333 31 54 176
Dott.ssa Trecca 366 54 55 899


Il Racconto del desiderio: Sessualità e Letteratura

Roma – Mercoledì 20 Novembre 2019 – Ore 19.00

L’incontro tra sessualità e letteratura è dialogo infinito sulle infinite possibilità delle relazioni umane.
È gioco di identità e intimità fra allontanamenti e avvicinamenti, tra profondità e superficialità.
Un incontro fra pelle e corpo, tra paura e desiderio.
Il gioco, passando fra cultura occidentale e cultura orientale che tanto diversamente hanno narrato la sessualità e il desiderio, sarà quello di scoprire e approfondire il racconto del sesso come spazio di relazione.
Spazio in cui aspetti ludici, dialoghi, aspetti di dominio, creatività e fantasie, abitano in prossimità, senza a volte neanche riconoscersi.
Senza riconoscere uguaglianze e differenze.

Conduce:
Dott. Francesco Urbani
Psicoterapeuta e Supervisore (Presidente Associazione “Casa d’Inchiostro”).
Specializzato in Psicoanalisi Relazionale e Membro IARPP.
Autore del blog www.radiokafka.it e del libro “Cerchi nella notte”.
urbani@casadinchiostro.it

La Prenotazione è OBBLIGATORIA.
Il singolo seminario ha un costo di 7 euro.
La tessera associativa IISS è obbligatoria e costa 5 euro.
La tessera ha validità di un anno dalla data di sottoscrizione. Chi è in possesso di una tessera IISS in corso di validità ricordi di portarla con sé la sera dell’evento.
L’iscrizione al seminario può avvenire tramite:
– posta elettronica, mandando una email a info@iissweb.it con il proprio nominativo (più quelli degli eventuali accompagnatori)
– telefono, al numero 06.7887720 (dal Lunedì al Venerdì, dalle 9.30 alle 13.30).
– form online sul sito www.iissweb.it/eventi.
Al termine del seminario viene rilasciato (per chi lo richieda in Segreteria) un attestato di partecipazione.



Parole di me, Parole per me

La Scrittura come Espressione di Sé

Un progetto “Casa d’Inchiostro” condotto da Francesco Urbani

Scrivere il nostro cammino… tre incontri tra scrittura emotiva e scrittura creativa…

Spesso ci troviamo nella condizione di pensare che il nostro destino sia già stato scritto, e questo sia avvenuto in qualche luogo lontano e misterioso, inaccessibile a noi.

Possiamo però guardare alla nostra vita da una prospettiva molto diversa, quella secondo la quale scrivendo la nostra storia, possiamo incidere sul nostro futuro. Perché con la “memoria di noi” si pone il dialogo con il nostro presente.

Scrivere le esperienze, e le emozioni della propria vita, favorisce sempre il contatto creativo con se stessi, e da questo ne consegue l’ampliamento delle capacità di immaginazione e di relazione con l’altro.

Si possono ascoltare, ed accogliere profondamente, tutte le sfumature dei sentimenti che hanno formato la nostra esistenza, dato che la scrittura dilata il tempo di ciò che è accaduto, con sensibilità e rispetto.

Consentendo la nascita di una memoria che si oppone all’oblio.

La scrittura di sé consente di allungare una mano al proprio interno, arrivando all’incontro con gli enigmi della propria storia, per terminare con l’amore nei confronti dello sconosciuto che è dentro ognuno di noi.

Si può, in questo modo, guardare al futuro con altri occhi, con nuove prospettive, e soprattutto nuove possibilità.

Il gruppo sarà condotto da Francesco Urbani, psicoterapeuta che da anni si occupa di gruppi di scrittura e soprattutto della relazione tra scrittura, narrazione e sentimenti.

 

Gruppo e Metodologia

Il gruppo è quel luogo fisico, e mentale, in cui si lavora assieme, trovando uno spazio di condivisione che permette di non perdere l’individualità alle persone, valorizzandone anzi le specificità.

In questo gruppo di scrittura si può decidere di svolgere assieme gli esercizi, oppure svolgerli individualmente. In egual modo si potranno leggere agli altri i propri lavori, o decidere di tenerli per sé.

Ogni decisione sarà rispettata, mantenendo fede al senso stesso della parola scritta che da sempre connota la possibilità infinita della libertà personale.

Ciò di cui si ha necessità, in gruppo, è la voglia di conoscere con rispetto e nel rispetto, guardando e guardandosi con l’altro. E dove l’altro non è qualcosa che fa “perdere” se stessi, ma anzi qualcuno con cui “essere se stessi”.

Il lavoro si svilupperà attorno ad alcuni esercizi di scrittura mirati all’espressione di sé, della propria storia e della propria creatività. La memoria (con il conseguente dialogo con il presente, e lo sguardo al futuro) sarà il filo conduttore.


 

Close